Il suon d’un violino

goffriller-violin-black-and-white-sam-hymas1


Il suon d’un violino

Profumo d’un caldo umido. Di terra bagnata, come fungaia.
A quattro passi, dal cosmo stellato dinanzi al suolo. E la montagna,
ricoperta d’un manto verdognolo soffice, come peluria di gigante.
Come un grande trono, che sorreggeva il risposo di Dei antichi.

Il vento, come il suono stridulo d’un violino, di legno prezioso.
Lungo la nebbia, come fumo, sbuffato da fantasmi silenziosi.
Un ruscello d’acqua, fresca, come una limpida notte d’inverno.
E raggi monocromatici in plenilunio. Fra foglie di quercia secolare.

Piccoli scoiattoli, tra diramazioni folli. Come folletti danzanti in euforia.
I grilli, suonavan melodie psicotiche. Confusionali, come la vista notturna.
E di occhi d’un gatto, ne volli un paio. Con sfrenata paranoia, fra pensieri
di terrore. Sospirai l’ansia, come fosse l’ultimo goccio d’ossigeno.

I singoli passi che piantiai, di frenesia incessante, parevan plurali.
Un estraneo, alle mie spalle, pensai, con dolore al petto. Tremori,
brividi come gocce d’acqua gelida, scorrazzarono sulla mia pelle sporca.
A piedi nudi, sudato di fatica. Spinto dalla paura, dell’ignoto più folle.

Carcasse rancide, di animali caduti. Giacievan al suolo, divorati.
Ed i passi si fecero più pesanti, iniziai a correre. I polmoni, si gonfiaron
di energia. Le mie gambe, come quelle d’un cavallo purosangue.
Fuggii, da quel che non sapevo. Portato avanti, dall’istinto unanime.

Ma ben presto, me ne accorsi, il tempo si beffò di quel ch’ero.
Con le sue unghie, scavate sulla mia pelle, tenne ferma la mia mente.
E l’attimo, che vissi una volta, la vissi di nuovo: e ancora: e ancor.
Mi resi conto, in corsa nell’infinito, d’un bosco inesistente, che fui morto.


Licenza Creative Commons
Il suon d’un violino diAnasse Nabil è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...