Odissèta.

Beksinski - kartiny -112

Zdzisław Beksiński


Odissèta. Di seta, Odissea o dissèta?

Il televisore cubico,
Disturbato da qualcosa e
Dolphy impazziva,
Lo faceva bene,
L’ottone parve
Tutto blu e marziano
Con fare libero e carnoso,
Lieto e crudo,
Mentre affondavo nel rosso divano
Nell’osso,
Avvolto dalla stanchezza,
Rimboccato,
E mi chiesi anche dove fossi diretto
Dove fossi in quell’istante
Chi fossi
Inciso nel passato come fossili di dinosauro,
Giacché mi sentivo estraneo,
Ospite – più che possessore del mio corpo
Quasi come un parassita,
Una piaga,
Appiccicato come,
Nella carne.
Sui tessuti di seta con mosche,
Ed organi da essi ricoperti, d’orchestra
e Big Band di chiesa,
E i fluidi vorrebbero ma non possono
Non permettendo loro di squarciare i polsi,
Bagnarmi di vino le mani.

Sarei codardo
Sarei qualcun altro,
Ma infine me lo chiedo chi sono.

Ed è triste saper di viaggiare in treno,
Di notte,
Mentre guardo fuori dal finestrino e non vedo altro
Che il mio volto,
E lievi smorfie m’imbarazzano, e al contempo
Mostrano la realtà del mio viso.

Poi se guardo bene,
Vi sono sciacalli in corsa dietro ai non morti – lungo le rotaie,
Affamati di cervello,
Di sesso
Forse anche di cuore,
E bambini in stracci che cercano di rimediare le monete
Prima che il locomotore passi,
Inosservati,
Lasciando tutto il resto agli avvoltoi con occhi di perla.

Coeso nella psiche e lascio il pane,
Gli avanzi di gabbia,
A quelli innamorati di parole e briciole,
A quelli che vanno a caccia di BigFoot
E a quelli che non son sgombri di mente.

E arriccio il pizzetto,
Penso,
Osservo le mille e uno facce del destino
e mai più.

Per sempre.

Gocciolo come sotto acidi i primi fiori,
E fondi di tazze in plenilunio
Riflettono,
E riflettono la mia immagine sbiadita.

Una sadica diplofonìa inietta solletico ai timpani
Chiude le porte,
Morendo in grasse risate di diverse frequenze
Come personalità sovrapposte,
Quelle che alcuni chiamano finestre
Quel ronzio di piccole ali che mai si arresta
E cresce come cellule malate
Per un istante
Che poi divampa scomparendo.

© Copyright 2016 All rights reserved.

§


 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...