Ripetermi.

egon-schiele-1910

Egon Schiele


Ripetermi.

Sono ancora qui. La mia pelle, il mio corpo, le mie mani, il mio passato in forma d’inchiostro, i miei capelli, la mia barba. Sfiorano ancora l’ossigeno, si attorcigliano, si annodano. I miei occhi vedono ancora, le mie iridi oscillano ancora, le mie labbra aperte, poi chiuse, toccherebbero le sue. Posso ancora assaporare con la punta della lingua, posso ancora amare, posso sognare – piangere no. Le mie parole valicano ancora le porte dell’astratto, in groppa alle falene nelle ore in cui vivo, mentre fumo e sogni svaniscono e io con loro. Poi torno nel mio costume da verme, nel mondo dal quale fuggo, ancora qui che fuggo da chissà chi, da chissà cosa. Ancora una volta respiro nell’enigma del mio futuro, in quello che mi aspetta, ed ancora una volta sorrido prendendomi gioco della vita. Vivo ancora nel buio, anche con il sole che batte, e ancora una volta dono brandelli della mia carne a chi amo, così da non morire mai vivendo in eterno nei ricordi loro. E ho ancora fame e sete di vita, come un vampiro senza canini da piantare al collo – con lo stesso amore.

© Copyright 2016 All rights reserved.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...